sottomenù_2
footer
ignazio_logo_def

segui Ignazio Abbate su:

© 2022 Ignazio Abbate. All Rights Reserved.


facebook
instagram
whatsapp

informativa su Cookie Policy

| Informativa sulla  PRIVACY 

Ignazio Abbate - Punti del programma: sul Lavoro

powered by LocoStudio Communication 

Il tema del lavoro è fondamentale.

I lavoratori e le lavoratrici rappresentano il capitale umano di ogni comunità ed hanno diritto a trovare opportunità di lavoro, in un clima salubre e rispettoso della dignità personale.

Commercianti, imprenditori, start-up e giovani, devono trovare nella comunità un terreno fertile per la realizzazione dei propri progetti e nelle istituzioni piena vicinanza.

Ci proponiamo di:

 

- favorire la nascita di progetti imprenditoriali e la crescita di occupazione attraverso progetti culturali e turistici nel territorio, attraverso un hub di innovazione e incubazione di impresa;

 

- potenziare, a livello strutturale ed umano, i Centri per l’impiego e gli attori del mercato del lavoro (agenzie per il lavoro);

 

- realizzare punti di orientamento attraverso le Agenzie per il Lavoro accreditate; 

 

- adottare le misure e i percorsi previsti nel Programma Nazionale per la Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL):

Reinserimento lavorativo, Upskilling, Reskilling, Lavoro e Inclusione, Ricollocazione collettiva;

 

- supportare le aziende e il comparto imprenditoriale nei processi di sviluppo, attraverso finanziamenti adeguati alla qualità degli interventi.

 

Un aspetto cruciale della politica del lavoro riguarda i lavoratori precari che prestano servizio presso la PA ed enti pubblici di varia natura. In particolare, per le diverse categorie di precari (dipendenti del consorzio di bonifica, personale ex dipartimento Foreste, ASU e altre forme di precariato) si proporranno interventi specifici per snellire le procedure di stabilizzazione, mediante:

 

- l’introduzione di una graduatoria per tutti i lavoratori dei consorzi di bonifica e personale ex dipartimento Foreste, attualmente rientranti nella fascia dei “151sti”, da collocare, nell’arco della legislatura, a tempo indeterminato secondo criteri stabiliti e collocare tutto il personale attualmente inserito nelle fasce dei “101sti” e dei “78sti” nella fascia dei “151sti”;

 

- l’introduzione del TURN-OVER per tutti i lavoratori dei consorzi di bonifica e del personale ex dipartimento Foreste per consentire l’inserimento di nuove unità lavorative in rapporto al 50 per cento dei lavoratori che vanno in quiescenza;

 

- il recepimento delle norme nazionali vigenti in materia per le modalità di assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori ASU, tenuto conto che la legge già approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana è stata impugnata dal Governo centrale;

 

- la previsione della copertura finanziaria per i superiori interventi, assegnando agli enti pubblici un contributo economico quinquennale con trasferimenti annuali;

 

- la regolamentazione della mobilità del personale dagli enti regionali verso gli enti locali (Comuni), al fine di sopperire alle carenze di personale nell’organico di questi ultimi.

 
Come creare un sito web con Flazio